Chi è Atomic3

Atomic3 è un progetto nato da un team di sviluppatori affiatati che mettono in campo le loro idee e conoscenze per produrre il miglior prodotto possibile per il cliente.

Nel 2018 da un mix geniale di idee ed intuizioni viene alla luce il primo prototipo di sanificatore per piscina di nuova generazione.

La profonda conoscenza nell’uso dell’ozono e dell’elettronica dei nostri esperti ha fatto il resto.

Perché Atomic3

I nostri tecnici hanno sempre sviluppato nuove tecnologie e dispostivi in vari settori, spesso diversi fra loro.

Nel 2018 diversi clienti e collaboratori ci fecero pervenire il desiderio, e la necessità, di una tecnologia semplice, funzionale ed a prova di legge per la gestione delle piscine.

Visto l’ottimo risultato ottenuto altre persone iniziarono da a ritenerci un punto di riferimento per la risoluzioni di alcuni problemi grazie ad una tecnologia a portata di uomo.

Grazie alle richieste ed all’aiuto dei clienti siamo oggi riusciti a sviluppare nuove tecnologie che rivoluzionano totalmente il loro settore. Non sono doppioni, è qualcosa di assolutamente mai visto!

I 10 punti importanti da conoscere sull’ozono
E’ oramai nota ed indiscussa l’efficacia dell’ozono per sanificare gli ambienti, ma in questo momento di forte richiesta ci si accorge della necessità di conoscerlo per utilizzarlo in modo sicuro.
Atomic3AIR è nato per risolvere i numerosi problemi di un qualsiasi tradizionale generatore ozono.
 

1. CONCENTRAZIONE DI OZONO NELL’AMBIENTE

Il grande problema dei generatori tradizionali è la QUANTITÀ di ozono generato fuori controllo.
A 2ppm è molto dannoso.
Va da sé che è FONDAMENTALE misurare quanto Ozono si produce al fine di ottenere la massima efficacia, senza mettere a rischio la salute delle persone che accidentalmente potrebbero essere esposte.
Come nei fornelli casalinghi moderni, che sono obbligatoriamente dotati di termo valvola di sicurezza per evitare fughe di metano incombusto, anche un generatore di qualità DEVE GARANTIRE l’esatta quantità di Ozono.
I valori di TLV relativi alle varie sostanze vengono pubblicati ogni anno dall’Associazione Americana Degli Igienisti Industriali (ACGIH), insieme agli Indici Biologici di Esposizione, e ripresi in Italia sotto l’autorizzazione della stessa ACGIH, dall’AIDII (Associazione Italiana degli Igienisti Industriali).
Sono espressi solitamente in valori ponderali (mg/m3) o in valori volumetrici (parti per milione = ppme vengono aggiornati nel tempo, con l’avanzare della ricerca scientifica nel settore dell’igiene del lavoro.

2. CHI L’HA DETTO CHE MOLTO OZONO DISINFETTA DI PIU’?

Usare concentrazioni elevate di ozono per uccidere virus e batteri equivale ad usare il megacannone “Grande Gustav” su rotaie per uccidere un moscerino. Per quanto possa sembrare strano si rischia di mancarlo, oltre a procurare danni attorno. Solo i più accorti sono informati dei danni che l’ozono in concentrazioni incontrollate può fare ad arredi, materiali nei magazzini e all’elettronica, senza dimenticare il rischio di danni alla salute.
I virus e batteri si appoggiano su QUALCOSA, che sia polvere o superfici, non rimangono nell’aria: l’ozono per natura si attacca “elettrostaticamente” alle superfici e a causa del suo peso specifico maggiore porta a terra le polveri lasciando l’aria perfettamente salubre.
L’ozono continua la distruzione delle membrane batteriche e dei virus, quindi immettere nell’aria cristallina ulteriore ozono oltre ad essere inutile è anche dannoso. Non è raro assistere alla sfida di commercianti improvvisati che cercano di convincerci della bontà del loro prodotto vantando che è il più potente. La sanificazione ad ozono non richiede concentrazioni elevate, l’ozono è presente oppure non lo è.

3. SANIFICAZIONE GIORNALIERA/SETTIMANALE/MENSILE VS. SANIFICAZIONE COSTANTE

La sanificazione settimanale con alte concentrazioni richiede l’intervento di operatori specializzatiche si assumano la responsabilità dei rischi per:
– la loro stessa salute
– la salute di persone che accidentalmente possano essere rimaste in un bagno o addormentate in
 qualche posto.
– materiale aggredibile dalle alte concentrazioni di Ozono.
Inoltre la salubrità è garantita solo fino al termine del lavoro perché se poco dopo dovesse accedere all’ambiente una persona influenzata, infetterebbe l’ambiente che rimarrebbe tale fino alla prossima disinfezione. L’alternativa estremamente più economica è il dispositivo Atomic3AIR, in grado di produrre costantemente esigue quantità di Ozono calibrato, che sommato a quello già presente, garantisce la distruzione immediata di virus e batteri nel momento in cui si presentassero, tutelando la salute dei presenti nel rispetto dei limiti restrittivi imposti dall’ACGIH.

4. SANIFICAZIONE GIORNALIERA/SETTIMANALE DI SICUREZZA

Atomic3AIR oltre a mantenere costantemente sano l’ambiente, è in grado di effettuare sanificazioni notturne o comunque programmate in orari di assenza di personale, aumentando la concentrazione in modo da rassicurare ulteriormente riguardo la salubrità.
La concentrazione dell’Ozono di tali trattamenti è comunque CONTROLLATA, così da non raggiungere concentrazioni pericolose per la salute umana. La programmazione tramite software ripetuta giornalmente toglie ogni preoccupazione assicurando gli interventi richiesti.

5. PRODURRE OZONO SOLO QUANDO E’ NECESSARIO

Nel periodo estivo, in natura non è raro raggiungere concentrazioni di 1ppm, inoltre certi elettrodomestici, stampanti e fotocopiatrici producono normalmente ozono.
E’ evidente che produrre ulteriore ozono in tali situazioni è superfluo oltre che dannoso. E’ quindi chiaro che è importante sapere quando è veramente necessario produrre ulteriore ozono per evitare di ottenere concentrazioni inutilmente elevate.
Atomic3AIR monitora L’AMMONTARE dell’ozono presente e ne somma la giusta quantità per garantirne la perfetta quantità sicura alla presenza umana.

6. QUANTI GRAMMI DI OZONO PER IL MIO LOCALE?

Il calcolo per sapere quanti grammi di ozono/ora vanno immessi in un ambiente è complesso: dipende da numerosi fattori, quali temperatura ambientale, metri quadrati complessivi al di sotto di una certa altezza, metri cubi, tipo di arredo come tessuti, moquette, tende e simili che assorbono molto ozono, materiali che possono essere danneggiati da concentrazioni scorrette presenti in quell’ambiente, sistemi di areazione e altro.
Il dispositivo Atomic3AIR monitora ogni 10 secondi la concentrazione raggiunta, e interviene sulla generazione in modo da mantenere i valori nel range richiesto dal programma selezionato.

7. VENTOLE TROPPO POTENTI

Atomic3AIR nasce e cresce tra le mura di ambulatori e ospedali: l’assoluto veto dei medici è quello di movimentare l’aria portando inevitabilmente con sè micro e nanoparticelle.
L’ozono ha l’enorme vantaggio di far precipitare tutto ciò che è sospeso, perché vanificarlo? Così Atomic3AIR possiede una piccola ventola che serve UNICAMENTE a spostare l’ozono prodotto dall’interno della macchina all’esterno, per fermarsi immediatamente appena svolto il suo lavoro, in modo che l’ozono si mischi nell’aria miscelandosi “elettrostaticamente”.

8. SURRISCALDAMENTO DEI GENERATORI TRADIZIONALI

E’ facile notare che i generatori tradizionali sono dotati di un temporizzatore, che possono operare per 30 min. o al massimo 1 ora: questo perché le celle generano un plasma che in breve tempo le surriscalda, trasformandole da generatori a distruttori di ozono, a causa del calore.
Tale surriscaldamento, oltre alla vanificazione della generazione, danneggia le celle accorciandone notevolmente la loro durata. Continuando a trattare la stessa aria in modo aggressivo si produce ossido di azoto.
La sfida di Atomic3 è stata quella di generare ozono per 5 anni di seguito, senza interruzioni e fornendo un dispositivo dotato di celle intercambiabili a costi sostenibili.

9. IL TERMINE “CRONOZONOSTATO” E’ UN NEOLOGISMO

Ebbene sì, con Atomic3AIR abbiamo dovuto coniare questa nuova parola, CRONOZONOSTATO, visto che questa funzione non è mai esistita fino ad ora: si tratta dell’equivalente del CRONO TERMOSTATO nei sistemi di riscaldamento.
Atomic3AIR è dotato di un computer che gestisce gli orari di lavoro, la soglia di Ozono richiesta in relazione alla temperatura ambientale. Questo computer è programmabile per orario e per concentrazione di Ozono.
In questo modo è possibile avere assoluto controllo sulle attività di sanificazione intensa (in assenza umana) o leggera (durante la presenza umana).

10. PRODUZIONE DI OZONO DALL’ARIA O DA BOMBOLE DI OSSIGENO

La produzione di ozono da bombole di ossigeno è necessaria nei casi in cui bisogna ottenere ozono puro a scopo medico (senza azoto normalmente presente nell’aria), oppure quando occorrono concentrazioni particolarmente elevate. Nessuno di questi casi s’addice alla sanificazione di un locale pubblico o privato, in quanto nell’aria è già presente almeno il 20% di ossigeno, ampiamente sufficiente allo scopo.
Il dispositivo Atomic3AIR utilizza una minima parte di questo ossigeno per trasformarlo in ozono, che resterà tale per circa 10 – 15 min, a seconda della temperatura ambientale ed altri fattori come inquinamento e arredi.
In ogni caso il dispositivo si accerta di mantenere stabile la corretta concentrazione, SICURA per la salute umana.
Other Languages